Barbera d’Alba DOC Superiore Annata 2017

Vino

Il Barbera è il vino che meglio rappresenta il carattere rude e testardo, caparbio e silenzioso, forte ed allo stesso tempo discreto del viticoltore piemontese.

Amato dalla gente dei campi identifica, da sempre, il simbolo del bere quotidiano.

E’ un vino molto antico, il nome stesso affonda le sue origini prima dell’anno 1000.

Nella letteratura italiana classica viene citato esplicitamente da due grandi poeti come Giosuè Carducci e Giovanni Pascoli.

Tra i più consumati in Piemonte, il Barbera, negli ultimi anni, ha trovato ampia rivalutazione sia per il costante miglioramento della tecnica viticola sia per l’evoluzione del processo della vinificazione che lo hanno portato a sempre nuovi e notevoli successi.

Note di degustazione

Vitigno: 100% uve Barbera

Colore: rosso rubino brillante che evolve al granato con l’invecchiamento

Profumo: intensi profumi fruttati che ricordano la fragranza della prugna e della mora con qualche sentore speziato

Sapore: pieno ed avvolgente, caratteristica l’acidità, ma di buona armonia. Il sapore è asciutto, fresco e fragrante, molto persistente con sentori di prugna, mora e ciliegia

Temperatura di servizio: 16 °C

Abbinamenti gastronomici: vino da tutto pasto particolarmente indicato nell’abbinamento a primi piatti, carni rosse alla griglia o al forno, formaggi a pasta morbida di breve/media stagionatura

Vinificazione: fermentazione alcolica in acciaio

Affinamento: fermentazione malolattica e affinamento in botti grandi per minimo 4 mesi

Formati disponibili: da 0,75 e 1,5 l

Da bersi: entro i 5 anni successivi alla vendemmia

Recensioni

Annuario dei migliori vini italiani 2020 91/100

Guida Annuario dei migliori vini italiani

Punteggio 91/100

Anno pubblicazione 2020

Annata vino 2017

Il miglior vino: Barbera d’Alba DOC Superiore 2017 – 91/100

Sensazioni: per esser sì carnosamente evocata, la prugna matura, l’estratto del vino, l’equilibrio e l’integrità del suo aroma, di tenore e volume evidentemente di eccezionale portata.

In particolare la consistenza è spettacolo sensibilmente impressivo: una tinta che non consente trasparenza alcuna, un timbro di viola su nero che annuncia il fresco sul foco del suo poderoso distillato di mora.

Un vino che al tatto, al palpeggio rivela drappeggio. Un vino il cui gusto sì tannicamente apre, così come intensamente morbido, equilibrato richiude.

Un grande vino di persistenza lunghissima, un fuoriclasse in materia prima che brilla ancor oggi, nitido e maestoso per le sue enologiche doti.

 

Scarica PDF

I Vini di Veronelli 2020 2 stelle

Guida I Vini di Veronelli

Punteggio 2 stelle

Anno pubblicazione 2020

Annata vino 2017

Barbera d’Alba DOC Superiore 2017

I Demarie coltivano le proprie uve sui soleggiati pendii del Roero attraverso metodi compatibili con la salvaguardia dell’ambiente. I vigneti si trovano nei comuni di Vezza, Castagnito, Castellinaldo e Guarene, impiantati prevalentemente con Nebbiolo, Barbera ed Arneis.

La nuova cantina, inaugurata nel 2013, è stata costruita seguendo i più moderni criteri di ecocompatibilità.

Scarica PDF

Annuario dei migliori vini italiani 2019 93/100

Guida Annuario dei migliori vini italiani

Punteggio 93/100

Anno pubblicazione 2019

Annata vino 2016

Il miglior vino: Barbera d’Alba DOC Superiore 2016 – 93/100

Sensazioni: favolosa premuta di uva fittissima, porosamente viola, come grondante glicerina. Che enfasi spettacolare di croma, una fastosa evidenza visiva della potenza e della ricchezza della sua uva compositiva.

Eccezionale la sua concentrazione, favoloso il suo abbagliante nerore. Ci si chiede com’era questo frutto su pianta, com’era in termini di sontuosità e di concentrazione di polpa. La sua versione liquida è infatti posseduta dalla sua impressiva tempesta estrattiva: come se nella terra non vi fosse più nulla da suggerire e da sorbire in termini di polpa, di linfa, di nerità e aromaticità di portato.

Il tannino maestoso e carnoso al palato, ma questo è un vino essenziale, di possanza e intensità di spezie di volume inaudito.

Un gran vino, di limpidissima enologia esecutiva.

 

Scarica PDF

Vini Buoni d'Italia 2019 3 stelle

Guida Vini Buoni d'Italia

Punteggio 3 stelle

Anno pubblicazione 2019

Annata vino 2016

Barbera d’Alba Doc Superiore 2016

Azienda vitivinicola del Roero con tre generazioni alle spalle, di recente spostatasi in una nuova struttura all’avanguardia, ha avviato un percorso che la porterà a ottenere la certificazione biologica.

 

 

Scarica PDF

Annuario dei migliori vini italiani 2018 91/100

Guida Annuario dei migliori vini italiani

Punteggio 91/100

Anno pubblicazione 2018

Annata vino 2015

Barbera d’Alba DOC Superiore 2015

Marasca inossidata e viola della Barbera d’Alba Superiore Doc 2015, sì delicatamente e calibratamente sfumata di spezie.

 

 

Scarica PDF

Annuario dei migliori vini italiani 2017 89/100

Guida Annuario dei migliori vini italiani

Punteggio 89/100

Anno pubblicazione 2017

Annata vino 2013

Barbera d’Alba DOC Superiore 2013

Ovunque gran polpa nelle proposte di Demarie, e un gusto sempre più armoniosamente avvolgente, una limpidezza enologica esecutiva vieppiù suadente.

Di morbida suadenza speziata la confettura di ribes della pastosa Barbera d’Alba Superiore Doc 2013, vino di superiore rango qualitativo.

 

 

Scarica PDF

Vitigno

Il Barbera è un vitigno a bacca nera e può essere considerato il più tipico vitigno piemontese.

Ha origini antichissime e probabilmente proviene dalle terre che furono del Marchesato del Monferrato.

La forte adattabilità al tipo di terreno, la produzione abbondante, l’alta resa del mosto e la ricchezza di materia colorante incoraggiarono i contadini a impiantare vigne di Barbera e a produrne il vino.

La sua importanza crebbe notevolmente alla fine dell’Ottocento quando fu riconosciuto come vitigno di forte vigoria in grado di resistere alla fillossera, che aveva invaso, distruggendoli, parecchi vigneti.

In breve tempo la Barbera divenne l’uva piemontese per eccellenza e il suo vino protagonista indiscusso delle mense contadine, testimone del quotidiano vivere su tutte le colline piemontesi.

In passato il Barbera piemontese era considerato “rustico”, ma con il tempo è cresciuto nella stima del pubblico perché si è dimostrato capace di offrire, tramite appropriati processi di vinificazione, sia ottimi vini di pronta beva, sia vini di media longevità e buona struttura che resistono al tempo e confermano, dopo molti anni, i caratteri più originali di una terra e di un vitigno dal particolare prestigio.

Vigna e caratteristiche annata

Barbera d’Alba DOC Superiore 2017

Vigna

Area di produzione: Comuni del Roero

Tipo di allevamento: tradizionale – guyot

Kg di uve per ettaro: non oltre 100 quintali/ettaro

Resa di vino per ettaro: circa 7.000 litri

Analisi Chimiche

Alcohol in vol (%): 14,10%

Zuccheri residui: 2,90 g/l

Solforosa totale: 147 mg/l

Solforosa libera:

Acidità totale: 5,06 g/l