Visita in Cantina

Vivi il vino direttamente in cantina!

Scopri i grandi vini del Roero, una terra ancora poco toccata dal turismo di massa, e ancora tutta da esplorare, anche dal punto di vista gastronomico.

In una location suggestiva, dove si incontrano materiali tradizionali e moderne tecniche di edilizia sostenibile, puoi scoprire l’anima di una terra straordinaria attraverso uno dei suoi prodotti più tipici: il vino.

PRENOTA la tua VISITA

oppure leggi qualcosa di più su come si svolge la visita ↓

La visita

La visita alla nostra cantina si svolge in 4 parti:

tappa #1
i locali di fermentazione

Qui scoprirai una delle fasi più delicate della lavorazione del vino, quando il mosto, prodotto dall’uva appena raccolta, inizia a trasformarsi in vino.

Abbiamo due tipi di vasche, quelle in acciaio termocontrollate e, diciamo così, molto tecnologiche. E quelle in cemento, retaggio di un’epoca in cui il vino si faceva con altri metodi.

Queste sono le preferite da Aldo, il nostro enologo e fratello di Paolo, perché permettono al vino di rimanere “in contatto” con la stagione e le temperature esterne.

tappa #2
i locali di imbottigliamento ed etichettatura

Questa forse è la parte più visibilmente tecnologica della cantina: vedrai come viene creato il “sottovuoto” all’interno della bottiglia per mantenere l’integrità del prodotto.

Infine vedrai come funziona la logistica di una cantina: come viene stoccato il prodotto, come deve essere etichettato a seconda dei mercati in cui approderà…

 

tappa #3
il locale di invecchiamento

Questa è forse la parte più “romantica” della cantina: dove i vini da invecchiamento vengono lasciati a riposare nelle botti di legno.

Qui facciamo invecchiare il Roero, in botti barrique di età diversa, che cedono al vino buoni quantità di tannini, in modo dargli quella “spalla” in più per sostenere un invecchiamento lungo, che non riceve dai terreni sabbiosi del Roero.

 

tappa #4
la degustazione

Dopo aver scarpinato per tutta la cantina, arriva l’ora più attesa: l’assaggio dei vini.

La degustazione si svolge nella grande sala al piano superiore con vista sulla cantina se il gruppo è composto da più di venti persone, oppure nella saletta al piano di sotto, sul grande tavolo di rovere.

Cercheremo di scoprire insieme le caratteristiche e le particolarità dei prodotti che andremo a degustare, evidenziando le differenze date dai terreni di provenienza

PRENOTA la tua VISITA

oppure leggi qualcosa di più sulle tipologie di visita ↓

La degustazione

Tutte le degustazioni sono accompagnate da stuzzichini di prodotti locali: salumi, formaggi, gelatine, mentre ai vini dolci, come il Moscato, si accompagna della pasticceria secca e, ovviamente, le nocciole.

Offriamo due tipi di degustazione, una con 3 etichette, e una con 5 etichette (se non siete sicuri di cosa assaggiare, naturalmente possiamo aiutarvi nella selezione).

 

I VINI PROPOSTI

  • Roero Riserva DOCG
  • Roero Arneis DOCG
  • For You – Roero Arneis DOCG Spumante Extra Brut
  • Barolo DOCG
  • Barbaresco DOCG
  • Nebbiolo d’Alba DOC
  • Barbera d’Alba Superiore DOC
  • Langhe Dolcetto DOC
  • Moscato d’Asti DOCG
  • Birbet – Vino Spumante Aromatico di Qualità Dolce
  • Vino Spumante Brut

I COSTI

Degustazione 3 etichette – 5 €
Degustazione 5 etichette – 12 €

PRENOTA la tua VISITA

oppure leggi di più sui nostri vini ↓

I vini

Abbiamo la fortuna di vivere in una zona dal terroir straordinario: con una varietà di terreni molto ampia, che cambiano composizione non solo da collina in collina, ma da versante a versante.

Il vino è un prodotto del territorio, e deve portarne con sé le caratteristiche. Secondo noi, soprattutto secondo Aldo che lavora in cantina, non ha senso uniformare il gusto del vino: rischiamo solo di perdere la tipicità dei nostri vitigni e svilire il nostro prodotto.

Per questo motivo, il nostro approccio in cantina è di stampo piuttosto tradizionale: vogliamo che nei nostri vini risaltino i sapori del territorio e le caratteristiche delle uve che vi sono coltivate.

Il nebbiolo

Il nebbiolo è l’uva più importante del Piemonte per le sue caratteristiche davvero uniche e perché viene utilizzata per produrre alcuni fra i più grandi vini Italiani: il Barolo, il Barbaresco e, ultimamente, il Roero.

Sono tutti vini tannici, da invecchiamento, ottimi per accompagnare i piatti più grassi, ma non sempre “difficili” da bere, come si ritiene comunemente.

Il Roero Riserva

E’ l’emblema dell’azienda, la Docg più importante, prodotto con la vigna più antica della cantina e tra le bottiglie più richieste in degustazione. Il nostro Roero Riserva proviene da un terreno molto sabbioso dove le viti furono impiantate nel lontano ’46. Invecchia in barrique rigorosamente usate, capaci di dar rotondità al vino esaltandone la tipicità, ma senza stravolgerne gusto e profumi.

barolo

Il Barolo

Prodotto a La Morra dove invecchia per almeno quattro anni, due in botte grande e due in bottiglia. Si caratterizza per i profumi terziari, erbacei e speziati, che ricordano la liquirizia, il pepe, il cacao, il tabacco, un bouquet che s’impreziosisce con l’invecchiamento. Un vino di grande struttura da abbinare a selvaggina, brasati e carni speziate di lunga cottura, o con formaggi erborinati ben stagionati.

barbaresco

Il Barbaresco

Più morbido, rotondo e vellutato rispetto al Barolo, è paragonabile al Roero con il quale condivide l’onore di essere uno dei vini più premiati della nostra cantina. Piace per l’immediatezza: dopo tre anni di affinamento, prima in botte grande e poi in bottiglia, è pronto per essere bevuto e apprezzato fin da giovane, senza bisogno di ulteriore invecchiamento.

nebbiolo

Il Nebbiolo d’Alba

Un vino molto caratteristico con una spiccata tannicità che lo porta ad essere visto come un vino da “intenditori”. Viene invecchiato in botte grande per un anno ma, a seconda della sua evoluzione, una parte può passare in barrique per smussare gli angoli più spigolosi. Come il Barolo, con l’invecchiamento subisce un crescendo dei profumi terziari.

Gli altri rossi

Birbet

Birbet – Vino spumante aromatico di qualità dolce

Prodotto con le uve brachetto, il Birbet è una vera “birba”: un vino che solletica il palato, invita per la sua dolcezza e sorprende per la freschezza. Ideale servito con i dolci, riesce ad accompagnare anche il cioccolato fondente. Ancora, può essere la base esclusiva per insoliti cocktail.

barbera

Barbera d’Alba Superiore DOC

Di facile abbinamento, è un vino da tavola per eccellenza del basso Piemonte. Si contraddistingue per il profumo fruttato, un bel colore, sentori legnosi e una spiccata acidità, non a tutti gradita. Come vuole la tradizione, viene affinata in botti grandi di Slavonia tra i 6 mesi e l’anno nella versione Superiore.

dolcetto

Langhe Dolcetto DOC

Un vino quotidiano, più semplice da bere e da servire, che piace a chi non ama l’acidità della Barbera. E’ l’altro famoso vino popolare del Piemonte, che normalmente riscuote maggior successo nell’area di Dogliani.

I bianchi

roero arneis

Roero Arneis DOCG

Pensato e prodotto per l’estate, per dissetarvi nelle torride giornate di agosto. Un vino floreale, dalla bassa gradazione alcolica, molto netto in bocca, delicato, armonioso e con una bella acidità di fondo che dona freschezza.

For You

For You – Roero Arneis DOCG Spumante Extra Brut

Un vino nato dalla voglia di fare qualcosa di diverso. Si tratta di un metodo classico pas dosé millesimato, prodotto esclusivamente nelle annate migliori, con una lunga fermentazione (fino a 3 anni), un perlage molto fine e un sapore secco, dove però è sempre presente l’ammandorlato finale tipico dell’arneis.

Moscato

Moscato d’Asti DOCG

Le più famose bollicine piemontesi, dai profumi floreali accesi, molto piacevoli e delicate. Vinificato interamente in acciaio a temperatura controllata, il nostro Moscato è dolce ma non stucchevole, con un bel taglio acido che lo rende fresco e beverino.

PRENOTA la tua VISITA

oppure continua a scoprire l’anima green della nostra cantina ↓

Una cantina verde

Per chi lavora la terra, la salvaguardia dell’ambiente è un fattore molto importante.

Non solo perché la natura ci dà sostentamento, ma perché la salute della terra si riflette in modo inequivocabile sulla qualità dei nostri prodotti finali.

Al momento di ristrutturare la nostra cantina, la scelta di diventare “green” ci è sembrata l’unica via praticabile e oggi possiamo dire che la nostra struttura è completamente sostenibile.

L’elettricità viene dai pannelli fotovoltaici, il riscaldamento dalla centrale a biomasse e dalle pompe di calore, che ci aiutano a mantenere costante la temperatura durante la fase di invecchiamento del vino.

I materiali utilizzati nella costruzione, come il legno e i mattoni, nonché alcune avanzate tecniche di coibentazione, ci aiutano a contenere la dispersione di calore. Questi accorgimenti ci hanno permesso di ottenere la certificazione A+, la massima certificazione energetica per gli stabili.

Infine, un piccolo laghetto di fitodepurazione ripulisce le acque di scarico della cantina, attraverso 3 stadi di filtrazione naturale.

Ovviamente la nostra visione non si ferma qui, ma si riflette anche sulle attività di cura dei vigneti: tecniche pulite come l’inerbimento delle vigne, e pochi trattamenti aggressivi (solo quando è strettamente necessario), ci permettono di creare un prodotto sostenibile.

PRENOTA la tua VISITA

oppure leggi i nostri profili ↓

Lo staff

Monica

Ho conosciuto Paolo nell’estate del 2006 quando, insieme ad alcuni amici di Bologna, siamo stati invitati a una grigliata nelle vigne all’ombra di un magnifico ciliegio. L’anno dopo Paolo ed io ci siamo sposati e mi sono trasferita a Vezza.

Sono laureata in economia e commercio e, dopo anni di lavoro come commerciale presso l’Adecco, ho colto l’opportunità di entrare nell’azienda di famiglia. In cantina mi occupo principalmente dell’ufficio, di comunicazione e marketing, amministrativo, spedizioni all’estero e delle visite in cantina.

Seguendo la mia passione per il vino ho frequentato i tre livelli del corso di sommelier ma non mi reputo una professionista. La mia degustazione, infatti, non è tecnica: non vi dirò cosa dovrete sentire nel vino, ma cercherò di guidarvi nel riconoscimento delle caratteristiche tipiche del vino.

Paolo

In azienda mi occupo dei contatti con i clienti, italiani e stranieri, e i fornitori, della partecipazione alle fiere e, naturalmente, delle visite in cantina.

Ho frequentato il corso per sommelier e, grazie alla cantina, ho avuto la possibilità di fare tanta esperienza. Mi piace condurre le degustazioni dei nostri vini che propongo personalmente anche all’estero, soprattutto in America dove c’è bisogno di presentare l’azienda partendo da lontano: l’Italia, il Piemonte, le Langhe, il Roero,… e Demarie.

Sono diplomato in ragioneria e, prima di entrare nell’azienda di famiglia, ho avuto un’esperienza lavorativa come venditore telefonico presso un’importante azienda vinicola della zona che si occupa di vendite per corrispondenza e poi un’esperienza come ragioniere presso un’azienda edile. Entrambe sono state formative e utili per il mio attuale lavoro.

Aldo

Seguo la parte agronomica dell’azienda, dalla cura delle vigne alla vinificazione.

Tutto quello che so me l’ha insegnato mio padre: ho imparato provando, sbagliando e riprovando insieme a lui. Mi piace pensare che il vino sia come un figlio, che deve essere accudito e coccolato.

Parliamo di un prodotto che si beve tutti i giorni per cui è molto importante rispettarne la naturalezza. Per questo motivo cerco di ridurre i trattamenti più aggressivi al minimo, preferendo tecniche verdi come l’inerbimento delle vigne.

La nostra produzione per ettaro è al di sotto dei limiti imposti dai disciplinari e credo che sia importante non aumentarla per conservare le peculiarità dei vini.

Mi piace anche sperimentare e provare a creare nuovi prodotti come il passito, l’ice-wine, lo spumante rosé di nebbiolo e l’arneis metodo classico.

PRENOTA la tua VISITA

oppure scopri cosa fare prima e dopo la visita ↓

Cosa vedere nei dintorni

Ecomuseo delle Rocche

Ecomuseo delle Rocche

Per gli amanti della natura e dello sport questo museo all’aria aperta offre numerosi sentieri di trekking o percorsi per mountain bike ideali per scoprire le particolarità del Roero: rocche da vertigini, ripidi pendii e strette gole.

Castello di Magliano Alfieri

Castello di Magliano Alfieri

La residenza estiva della famiglia Alfieri è un complesso che conserva ancora gli intonaci e gli affreschi originali. Al suo interno ospita due moderni musei che vi faranno scoprire il paesaggio collinare e la lavorazione tradizionale del gesso.

Santuario della Madonna dei Boschi

Santuario della Madonna dei Boschi

Situato sulla cima della collina, nacque come cappella campestre nel XIV secolo. Negli anni ha subito diverse modifiche ma ancora oggi conserva un prezioso affresco gotico del 1400 posto sulla volta della navata: l’Annunciazione.

La panchina gigante

“L Torion” e la panchina gigante

Attraverso un facile sentiero e una breve camminata, è possibile raggiungere uno dei punti panoramici più suggestivi di Vezza d’Alba, dove a fianco di una vecchia torre di avvistamento, è stata posta una delle Big Bench di Chris Bangle.

Museo Naturalistico del Roero

Museo Naturalistico del Roero

Dopo aver ammirato il paesaggio dall’alto, avete la possibilità di conoscere la conformazione geologica del suolo, le piante che lo coprono, gli animali e gli insetti che lo abitano grazie al piccolo museo naturalistico del Roero.

trifulao06

Tartufaia Didattica

Si tratta di un piccolo bosco dedicato alla produzione del tartufo che, grazie alla presenza di un ambiente propizio alla sua crescita, permette di conoscere e scoprire tutti i segreti del fungo, anche attraverso visite guidate da esperti.

Prenota la tua visita

Dicono di noi…

dal nostro profilo Ttrip Advisor

andrea 1Fantastico!!!
5/5 stelle
di andreazanini

Che dire, dopo una giornata in moto, con il nostro gruppo di “Bikersinmoto” abbiamo fatto tappa da Paolo e Monica. Ospitalità, competenza, professionalità e tanta simpatia tutto raccolto in una degustazione lunga e raffinata! Ottimi vini di una rara qualità!! Passione, duro lavoro e sacrifici!!! Bravi, siamo stati benissimo torneremo a trovarvi.
Andrea -VR-

sviz 2Visita e degustazione consigliatissime!!!
5/5 stelle
di 818BarbaraR

[…] Dopo un’introduzione sulla cantina e sulla storia, abbiamo visitato le varie sale, dove Monica ci ha spiegato con estrema professionalità e gentilezza i vari processi di produzione, inclusi imbottigliamento, etichettatura delle bottiglie e metodi di spumantizzazione.
La degustazione di 5 vini é stata a dir poco deliziosa, accompagnata da grissini, salumi e formaggi; siamo rimasti favorevolmente colpiti dai loro prodotti,[…]. Grazie ancora per la bella mattinata ed a presto!

Compila il modulo seguente
per prenotare la tua visita in cantina.

  • Es. 15.30 oppure "Pomeriggio"

Pin It on Pinterest

Shares
Share This